Widgets Magazine

Animare un’alternativa mediterranea allo sviluppo. Il turismo per uno sviluppo relazionale integrato

Deal Score0
  • Copertina flessibile: 528 pagine
  • Autore: Fabio Naselli
  • Editore: Franco Angeli (17 luglio 2012)
  • Collana: Scienze e professioni del turismo. Studi
  • Lingua: Italiano

Le linee tracciate dal modello dominante di sviluppo, imposto dal sistema capitalistico-finanziario, sono ritenute da molto tempo l’unica alternativa di riferimento per la crescita economica quantitativa; tanto da divenire il solo ed unico modello con cui confrontarsi e da cui derivare strategie e politiche, anche locali, per tutti i paesi e le regioni che ambiscano a raggiungere uno sviluppo considerato “alla pari”.

Questo modello si scontra oggi con la crisi che, in verità, già da qualche anno diversi pensatori paventavano e che nelle cronache degli ultimi mesi si è manifestata, forse, non ancora nelle sue reali dimensioni.

In questo scenario, le ricerche e gli studi, partiti dal turismo relazionale integrato, si sono posti l’obiettivo di alimentare il dibattito sulla presunta insostituibilità del “modello” e sulla reale possibilità di animare un’alternativa a partire da una terra, il Mediterraneo, stretta fra “leggi da mercato globale” e “risorse reali sottoutilizzate”.

L’approccio al tema di uno sviluppo territoriale nuovo, ricercato strumentalmente attraverso la rilettura del turismo in chiave di supporto per la valorizzazione endogena ed autosostenibile dei piccoli sistemi locali di offerta assieme alla ricollocazione della dimensione “relazionale” come catalizzatrice dell’integrazione delle dimensioni territoriali tipiche della scala locale hanno guidato l’attività di ricerca applicata per l’individuazione di un’alternativa mediterranea allo sviluppo.

Indice

Ringraziamenti
Nehad Abdel Latif, Prefazione
Mahmoud El Tayeb Nasser, Prefazione
Leonardo Urbani, Presentazione
Fabio Naselli, Introduzione
Fabio Naselli, Animare un’alternativa mediterranea allo sviluppo (dominante)

Studi e ricerche per un approccio transdisciplinare
– Leonardo Urbani, Per una messa a frutto di segmenti significativi del “capitale totale” nel Mediterraneo
Ali Omar Abdallah, Egypt and the Mediterranean Islands From the Old Kingdom to the Roman Era
– Nicola Giuliano Leone, Stanzialità e luoghi del turismo
– Manuel Ferrer, Cómo integrar innovación e identica: el paradigma del neoruralismo urbano-diffuso
– José María Ordeig Corsini, El control en el desarrollo fisico de los nucleos rurales
– Corrado Vergara, Imprenditorialità, imprese, sviluppo, in una nuova “cultura” aziendale
– Andrea Piraino, La governante dei sistemi decentralizzati
– Carlo Sorci, Crescita e sviluppo nelle microaziende del turismo relazionale integrato
– Jean-Pierre Frey, Puor une antropologie urbaine des échanges touristiques
– Bruno d’Udine, Tourism and development: some general ethical and economic ridde implications to be aware of
– Luigi Di Marco, L’agricoltura come risorsa sociale e fattore di sviluppo rurale
– Ana María Navarro, Sobre la capacidad directiva del ama de casa y su utilidad en el turismo relacional integrado
– Vera Negri Zamagni, Turismo e sviluppo locale
– Henry Raymond, Tour operators? Etait-ce en 2000 au en 2001?
– Marcantonio Ruisi, Per un turismo relazionale: opportunità e criticità di sviluppo
– Mohamed Hany, Gamal Moussa, The resurrection of small hotels and b&b rooms in Cairo using servqual instrument: a case study of Egypt

Creatività territoriale e applicazioni del TRI
– Ferdinando Trapani, M.O.T.R.I.S. La formazione, l’azione e la riflessione alla luce della fase di un primo bilancio
– Giada Bini, Territori di dialogo: soggettività dei significati e intersoggettività dell’esperienza
– Roberto Volpe, Prima indagine per la verifica di disponibilità locale di biomassa legnosa per scopi energetici nelle aree pilota del progetto MOTRIS
– Davide Leone, Giuseppe Lo Bocchiaro, La rilevazione della relazionalità attraverso lo strumento delle interviste
– Daniele Gulotta, Sistema Itinerario: rete relazionale e certificazione di qualità
– Costanza La Mantia, Turismo relazionale integrato, sviluppo locale auto-sostenibile e paesi in via di sviluppo: il ruolo della cooperazione internazionale nella costruzione di un progetto territoriale di sviluppo auto sostenibile
– Angela Tanania, Il caso pilota nei comuni di Grammichele, Licodia Eubea, Vizzini
– Vincenzo Todaro, Progetto Integrato di Territorio “Nebrodi Orientali”
– Pietro Cardia, Vincenza Grammatico, Giuseppe Magaddino, Il TRI nel progetto pilota dell’Agro Elimo Ericino: si può?
– Giorgio Volpe, Scenari e prospettive dell’agricoltura nei Paesi del Mediterraneo
– Giuseppe e Sebastiano Di Mauro, Il progetto pilota del Val d’Anapo: evoluzione operativa
– Giada Marchese, Un approccio innovativo di riqualificazione per il Centro Storico di Palermo: l’antico mercato dei Lattarini
– Giovanni Lombardo, L’articolazione operativa di Motris. Una strategia sussidiaria
– Antonio Sciacchitano, Nuovi sistemi e reti tra gruppi di offerta e gruppi di domanda
– Lorena Musotto, Un nuovo modello di “sviluppo” sostenibile: tutela e recupero delle conoscenze e delle tecniche tradizionali
– Pinella Costa Attaguile, Attori sociali e protagonisti del cambiamento

Esperienze e testimonianze sulla strada del TRI
– Alessandra Carrubba, La città e le erbe: Palermo tra aromi e spezie
– Ignazio Vinci, Risorse territoriali e sviluppo locale: potenzialità e limiti del modello distrettuale
– Giulia Bonafede, Partecipare creativamente al turismo relazionale in aree marginali della Sicilia
– Eman Mohamed Helmy, Authenticity of tourist destinations in the face of globalization: the case of Egypt
– Angelo Pantina, Design ed eco-compatibilità: le fibre vegetali in Sicilia fra tradizione ed innovazione
– Ray Debono-Roberts, Manufacturing Tourism. Laying the Foundation for Integrated Relational Tourism in the Mediterranean
– Pasquale Pazienza, Aspetti economico-ambientali nella gestione sostenibile del turismo. Un’ipotesi di calcolo della CCT per Vieste del Gargano
– Anna Tozzi Di Marco, La Città dei Morti del Cairo: uno studio caso di fieldwork antropologico e sperimentazione di visite socio-antropologiche tra prassi interiore del viaggiare e turismo relazionale integrato
– Santo Giunta, Diversità nei luoghi: condizioni da esplorare
– Alice Albanese, Il patrimonio culturale come condizione essenziale per lo sviluppo territoriale

La formazione per un’alternativa condivisa e diffusa
– Carla Quartarone, Oltre i limiti dell’identità
– Giuseppe Zanniello, La formazione degli adulti
– Alessandro Di Vita, Lo sguardo della pedagogia interculturale sulla “relazionalità” del turismo integrato nella centralità della persona
– Giovanni Manfrini, Turismo relazionale integrato: una sfida per i giovani
– Letizia Montalbano, Turismo relazionale integrato: occasione per percorsi consapevoli tra luoghi ed identità in trasformazione

Testimonianze di chiusura
– Antonello Cannarozzo, Un progetto per una nuova economia sostenibile
– Giuseppe Fornara, Lettera aperta di un “turista” relazionale

Riferimenti bibliografici
Sitografia

Feedback

0.0
0
0
0
0
0

Sii il primo a recensire “Animare un’alternativa mediterranea allo sviluppo. Il turismo per uno sviluppo relazionale integrato”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non ci sono ancora recensioni.

Chi ha acquistato questo articolo ha acquistato anche

X
- Enter Your Location -
- or -